PSICOMOTRICITÁ

La pratica psicomotoria si caratterizza per una maggiore attenzione per gli aspetti affettivo-emotivi e relazionali. Considera innanzitutto la persona in modo “globale”, ovvero come stretta unione tra struttura somatica, affettiva e cognitiva, rispetta l’originalità del suo essere/agire, riconosce l’espressività psicomotoria come suo specifico modo di essere, che risente di tutta la sua storia affettiva, anche la più profonda, e investe tutti i parametri dell’ambiente (tempo, spazio, oggetti e persone).

I principali obiettivi della pratica psicomotoria si possono riassumere in questi termini: comunicazione, creazione e decentramento. Essa infatti aiuta i bambini e le bambine quando restano ad un livello di espressività pulsionale o inibita, quando non si aprono alla comunicazione, quando risentono di un’insicurezza affettiva o quando in loro esiste un immaginario invadente o, al contrario, rigido e stereotipato.

Il progetto è rivolto specificatamente a bambini da 3 a 7 anni, frequentanti la scuola di infanzia o il primo anno della scuola primaria.

È possibile richiedere una consulenza con Psicomotricista, Logopedista, Psicologo e Psicoterapeuta per l’eventuale programmazione di un intervento psicomotorio individuale telefonando al numero 333/5236419.